martedì , 25 settembre 2018
Lo sai che....

Bambino di 2 anni alcolizzato: i genitori non sanno cosa fare!

cheng chengSi può essere alcolizzati già all’età di due anni? E’ ciò che è successo al protagonista di questa assurda vicenda: siamo nel sud della Cina, e i genitori di questo bambino pare abbiano iniziato a dargli dei bastoncini imbevuti nel vino a soli 10 mesi. Il loro intento, infatti, era quello di placare i pianti del piccolo. Purtroppo, la situazione è andata degenerando.

Cheng Cheng è l’alcolizzato più giovane al mondo: un primato davvero triste e preoccupante, soprattutto perchè i genitori pare non sappiano come curarlo. Il tutto, appunto, è iniziato all’età di 10 mesi. Con la crescita, però, Cheng non ha perso il vizio.

Inizialmente, i parenti ridevano nel vedere un bambino scolarsi una bottiglia di birra in pochi sorsi. Tuttavia, molto presto, la situazione è sfuggita dal loro controllo, e la notizia è finita sulle prime pagine dei giornali locali. La famiglia, quindi, è stata pesantemente criticata.

Nonostante ciò, Cheng ha continuato con la sue malsane abitudini. Alla fine sono dovuti intervenire gli esperti più illustri per spiegare che il bambino poteva incorrere in grossi rischi per la sua salute. Assumere grossi quantitativi di alcool, e in tenera età, può compromettere lo sviluppo del corpo e degli organi del bambino.

Dopo le minacce da parte delle autorità locali, la famiglia ha iniziato a prendere i primi provvedimenti. Purtroppo, la dipendenza di Cheng è difficile da gestire e curare, proprio a causa della tenera età.

La famiglia stessa ha ammesso che nei casi limite gli concede ancora un po’ di vino o birra: “A volte fa veramente tanto rumore – hanno dichiarato i genitori – che non abbiamo altra scelta che dargli un po’ di vino. I suoi occhi sono sempre sulle bottiglie di alcolici”.

Una dipendenza da cui, difficilmente, Cheng riuscirà ad uscirne molto presto. La notizia dell’alcolizzato più giovane al mondo ha fatto, tristemente, il giro di tutto il web.

Inserisci un commento