sabato , 20 ottobre 2018
Lo sai che....

Chirurgia estetica fai da te: perde braccia e gambe

donna perde braccia e gambe per chirurgia estetica fai da te

Questa è la triste storia di una donna canadese di 47 anni, Apryl Brown che stanca del suo lato B, nel 2006 ha deciso di sottoporsi ad un intervento chirurgico fai da te, ma senza grandi risultati. Infatti, a causa dell’iniezione di siliconi industriali, la donna ha perso le braccia, le gambe e pezzi di carne vicino alle natiche.

Apryl era una parrucchiera, un giorno una sua cliente le ha proposto di fare iniezioni di silicone a basso costo, quindi, la donna, alla continua ricerca della bellezza, per poter avere un lato B alla Jennifer Lopez, ha colto al volo l’occasione, ma adesso è nei guai. Al daily Mail ha spiegato: “Dopo due trattamenti i miei glutei hanno cominciato a indurirsi e poi a scolorirsi. Nel 2006 è iniziato il prurito e poi il dolore. Non riuscivo a dormire, non riuscivo a mangiare, non riuscivo nemmeno a concentrarmi”.

Tuttavia, inizialmente non si era capito il motivo di questo problema, poi si è scoperto che aveva iniettato dei siliconi a livello industriale, utilizzati per i bagni. Nel 2010 la donna è stata ricoverata con urgenza in ospedale con un’infezione da stafilococco agli arti che avevano subito una necrosi. Ma, nonostante tutto, per “miracolo” la donna è stata salvata, ma, a causa delle gravissime infezioni, le sono state amputate le braccia, le gambe e alcuni lembi di pelle presenti vicino i glutei e fianchi.

La donna ha imparato la lezione ed ha voluto lanciare un messaggio rendendo pubblica la sua storia, proprio per far capire cosa può succedere a tutte quelle persone che hanno intenzione di correggere dei difetti con la chirurgia estetica a buon mercato. Di fatti, chi non ha esperienza nel settore, non potrà mai immaginare cosa può succedere se ci si affida alle persone sbagliate, non competenti o alla chirurgia fai da te. Infatti, dalle foto della povera Apryl, possiamo notare che il rischio di affidarsi ad incompetenti, è alto.

Inserisci un commento