martedì , 19 settembre 2017
Lo sai che....

Classifica: gesti equivoci da evitare all’estero

images (1)

In questo articolo, voglio elencarvi alcuni gesti che devono essere assolutamente evitati all’estero. Infatti, nel nostro Paese, questi gesti possono essere innocui e sensa senzo, ma in altre Nazioni, i medesimi hanno altri significati diversi che, spesso, possono essere offensivi o considerati volgari.

Quindi, per viaggiare tranquilli, senza rogne ed incappare in situazioni difficili e spiacevoli, dobbiamo sapere che ad esempio, in Iran, in Thailandia o in Afghanistan il “Pollice in su” è assolutamente da evitare, poichè corrisponde al nostro “dito medio“; perciò meglio rispondere con un sorriso! Invece, in Brasile, il segno “Ok” con le dita è un vero e proprio insulto. Infatti, in italiano, quel gesto è tradotto con il termine “str…”. Se vi chiedono se è tutto ok, rispondete a parole “Ok”, non fate gesti. Invece, in Grecia e in Pakistan evitate di mostrare il numero 5 con il palmo della mano e le dita alzate, poichè in quei Paesi, questo segno è interpretato come una minaccia bella e buona. Questo gesto,k denominato “Moutza“, significa maledizione.

Per di più, in Turchia, non scherzate con i bambini, facendo finta di acchiappare il loro naso tra le dita, pollice, indice e medio. Infatti, questo segno, non è per niente scherzoso, anzi, nella loro lingua “Dulya” significa “andare a quel paese”. In Gran Bretagna, un gesto da evitare è la: “V” di vittoria. Questo sengno sta ad indicare un insulto fatto a qualsiasi persona si incontra, se il gesto viene fatto con il dorso rivolto noi stessi, è inteso come un gesto osceno. Oltre ciò, questo gesto deve essere evitato anche per oridnare due birre in un bar, pub. Inoltre, durante un nostro viaggio se capitiamo in Sud-Est asiatico, dobbiamo evitare di far avvicinare qualcuno con il gesto dell’indice con il dorso della mano rivolto verso l’alto, poichè indica disprezzo come se chiamassimo il nostro cane.

Invece, in Vitetnam dobbiamo evitare di incrociare le dita, che in Italia utilizziamo per le occasioni importanti, poichè quel gesto sta ad indicare gli organi sessuali femminili. Se rivolto verso gli uomini, è alquanto offensivo. Per di più, tutti i mancini, in Malesia dovranno evitare di mangiare con la mano sinistra poichè, questa, è considerata “sporca”. Quindi, evitate di fare “tutto” o quasi con la mano sinistra, sennò sarete considerate delle persone inadeguate. In Giappone, consegnare oggetti con una sola mano, è un vero e proprio insulto. Quindi per evitare brutte figure, consegnate qualsiasi cosa con entrambe le mani.

Un consiglio riguarda l’Indonesia. In questo Paese appoggiare le mani sui fianchi non ha lo stesso significato che ha da noi o in altri posti; anzi questo gesto indica combattimento. A Singapore, non fate palloni con il chewingum poichè in questo posto le gomme da masticare sono bandite. Invece, in Bulgaria se facciamo di si con la testa vuol dire che stiamo negando, mentre, se facciamo di no, significa che stiamo affermando. Nelle Fiji, una stretta di mano troppo veloce viene considerata ipocrita, quindi stringete la mano il più possibile! Nello Sri Lanka, Laos e in Thailandia evitate di toccare la testa a qualsiasi persona, poichè per buddismo la testa è considerata sacra. Evitate di stringere la mano o di fare una conversazione sulla soglia di una porta in Russia, poichè è un gesto nefasto. Oltre ciò, in Giappone se fissate una persona, sarete considerati ostili ed invadenti.