sabato , 17 novembre 2018
Lo sai che....

Complottano di uccidere la maestra: è cattiva con noi!

alunniFare l’insegnante, in questi ultimi tempi, non è proprio facile. Si ha sempre più spesso a che fare con bambini difficili da trattare, oppure con genitori testardi. Ma cosa succede se proprio gli alunni decidono di farla pagare alla propria maestra della scuola elementare?…magari in modo cruento?

Siamo a New York, e tre bambine di soli 9 anni hanno progettato l’omicidio della propria insegnante. La colpa della maestra? Essere troppo severa con loro, ed urlare troppo in classe. Da qui, l’idea killer. Per farlo le giovani menti avevano pensato a tutto.

All’inizio dell’anno, l’insegnante aveva parlato loro di una sua grave allergia ai prodotti antibatterici. Per questo motivo era stato severamente proibito di portare in classe prodotti simili. Purtroppo per lei, le giovani bambine volevano utilizzare questa sua “debolezza” per colpirla, cospargendo i suoi oggetti personali con questo tipo di sostanze.

Un po’ per gioco, e un po’ per ingenuità, le tre bambine di 9 anni hanno rivelato il loro piano (che doveva andare in scena prima di natale) ai compagni di classe. La voce, poi, si è rapidamente diffusa nell’istituto, fino ad arrivare alle orecchie di un membro del consiglio scolastico, il quale ha immediatamente chiamato la polizia. 

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, una delle ragazzine avrebbe ammesso che alla base del gesto c’era la cattiveria della maestra: con le sue urla continuava a spaventare i bambini. I quali, tra l’altro, avevano deciso di reagire in questo modo (per lo meno tre di loro).

La comunità, e tutto l’istituto scolastico, sono rimasti sconvolti dalla notizia. Le tre bambine, di 9 anni, erano alunne insospettabili, ed ovviamente i genitori prenderanno i provvedimenti nel caso. Ovviamente, le tre neo menti criminali sono state ascoltate dagli inquirenti per capire se, oltre ad una motivazione così futile, vi sia dell’altro e se abbiano progettato altri “attentati” contro qualche altra maestra…

Sicuramente lascia senza parole una storia simile. Speriamo solo che le tra bambine abbiano compreso la gravità dei loro gesti.

Inserisci un commento