sabato , 17 novembre 2018
Lo sai che....

Dal Giappone il “treno proiettile” che vola sulle rotaie

Dal Giappone il “treno proiettile” che vola sulle rotaie: L’ unico mezzo per poter raggiungere  città distanti tra loro, come Parigi e Berlino, è attualmente  l’ aereo, eppure tra un paio di decenni potrebbe, al suo posto, esserci una linea ferroviaria basata su di un treno superveloce, una tipologia di carrozza la cui principale innovazione consisterà nell’assenza di rotaie a favore di un meccanismo di sospensione dal suolo.

A Tokyo, in Giappone, è stato sviluppato il primo  prototipo di questa sensazionale tecnologia che solo in futuro raggiungerà tutto il mondo, si chiama ” maglev” o “treno proiettile” e collega la capitale alla città di Osaka, distanti circa 490 km. La sua velocità è tale da impiegare, per la copertura del tragitto,  solo un’ora e sette minuti stabilendo un vero record. In molti si son chiesti quale potesse essere il segreto, o il trucco, capace di far raggiungere al treno certe velocità e stando a quanto sostenuto dagli ingegneri, il tutto sarebbe dovuto al magnetismo, sfruttato su di una struttura in ferro che consente a maglev di restare sospeso circa 10mm dal suolo, eliminando quasi del tutto gli attriti.

Lungo il Giappone sono diversi gli esemplari del maglev, sfruttati per coprire tratte molto distanti ed anche abbastanza frequentate dagli utenti, come quella che a Shanghai collega la città all’aeroporto, 3o chilometri in 7 minuti  ad una velocità massima di 501 km/h. Attualmente la magvel viaggia ad una velocità di 431 km/h, ma nel 2027 potrebbe raggiungere anche  i 580 km/h, obiettivo che le aziende nipponiche intendono ottenere nel più breve tempo possibile.

Inserisci un commento