giovedì , 19 ottobre 2017
Lo sai che....

Flessioni in cambio del biglietto della metropolitana: in Russia l’attività fisica paga!

flessioni-russia-Rimettersi in forma, facendo flessioni in cambio di un biglietto della metropolitana. Un modo certamente utile di riacquistare la forma fisica. In Russia, in questi ultimi giorni, è successo proprio questo: i viaggiatori, infatti, possono usufruire di sconti speciali, o di viaggi gratis, se si mettono davanti alle macchinette a fare…flessioni! Avete capito bene: fare 30 flessioni davanti ad una macchinetta erogatrice di biglietti della metropolitana, permette ai passeggeri di viaggiare gratuitamente. La notizia, in Russia, è stata accolta con clamore e soddisfazione, e sembra che davanti alle “macchinette infernali” ci sia una vera e propria coda! Il governo russo, però, non ha badato a spese: le macchinette in questione infatti non sono state tarate per accettare soldi, ma solo per visualizzare le flessioni: i malcapitati viaggiatori, sprovvisti di soldi per il biglietto, non avranno altro modo che inginocchiarsi alla nuova direttiva. 30 flessioni sulle gambe in cambio del biglietto: facile a dirsi, ma (soprattutto per chi è fuori forma) difficile da fare! In realtà, le persone più ginniche, fino a questo momento, sembrano essere proprio le persone più mature di età. Insomma, anche in questo caso la maturità e l’esperienza battono di gran lunga l’età anagrafica. Ma perchè il governo russo ha deciso di proporre questa iniziativa ai suoi cittadini? Le intenzioni sono senza dubbio diverse: la più importante riguarda una sponsorizzazione eccellente. A breve, infatti, si terranno le Olimpiadi invernali di Sochi, e questo è un buon motivo (e un’ottima scusa) per arrivare in forma all’evento. Le altre motivazioni sono più effimere: il governo russo vorrebbe aiutare i propri cittadini permettendo loro di restare in forma. E per fare ciò utilizza un’ottima scusa: 30 flessioni in cambio di un biglietto della metropolitana! Infine (e questa motivazione non è da sottovalutare!), perchè non strappare un sorriso ai propri cittadini con una proposta semplice, divertente ed economica?