martedì , 12 dicembre 2017
Lo sai che....

Giustificazioni impossibili: ecco le migliori!

dichiarazioni-dei-redditi-Quante volte vi siete dimenticati qualcosa, e avete inventato una giustificazione plausibile, o almeno credibile?

Purtroppo, non tutti sono come voi: ecco le giustificazioni impossibili che un ente inglese si è sentito dire in questi ultimi anni. Crederci oppure no? Un dilemma per alcuni, un obbligo per altri.

Ma quali sono le scuse più assurde che gli enti pubblici devono sentire quotidianamente, o quasi? Al decimo posto troviamo quella di un commercialista che, dopo aver presentato la sua dichiarazione in ritardo, ha ammesso: “Sono stato troppo impegnato ad inviare le dichiarazioni dei redditi dei miei clienti”.

Continuando la nostra scalata troviamo anche quelli che minimizzano la loro attività lavorativa (“La nostra azienda non fa sostanzialmente niente“), oppure quelli troppo impegnati per questioni così materiali (Sono stato tutto il tempo in crociera in barca, e leggevo la posta solo quando ero a terra). Ci sono, poi, quelli che sono fisicamente impossibilitati a muoversi (Il mio mal di schiena mi impedisce di andare al piano di sopra, e la mia dichiarazione dei redditi è lì ), oppure gli stakanovisti (Sono stato troppo impegnato con il tour del mio spettacolo ).

Ovviamente, ci sono anche quelli che scaricano la colpa sui rispettivi coniugi: “Mio marito mi aveva detto che la scadenza era il 31 marzo, e io gli ho creduto“, oppure (e qui la fantasia è proprio oltre ogni limite) c’è chi ha ammesso che la propria moglie non gli consegna la posta.

Sul podio delle scuse più assurde, ed improbabili, che un ente inglese si è sentito dire c’è anche quello relativo allo shock di una donna: “Dopo avere visto la notizia di un’eruzione vulcanica, non riuscivo a concentrarmi su nient’altro“.

E, sui gradini più alti di questa speciale classifica, ci sono due scuse veramente assurde. Tuttavia, come contestare un agricoltore che ha litigato con la sua mucca, e che per questa ragione si è dimenticato di presentare la sua dichiarazione? Effettivamente, è difficile da dimostrare…ma anche da contestare! Al primo posto, infine, troviamo la scusa più assurda…almeno fino ad oggi: un imprenditore edile ha ammesso di essere troppo scosso dalla morte del suo pesce rosso per presentare la sua dichiarazione. Bhè, di fronte al dolore…come dargli torto?