lunedì , 28 maggio 2018
Lo sai che....

Parlare con gli occhi…

Ormai sempre più importanza si dà al linguaggio non verbale, quello corporeo: con le parole possiamo mentire, ma è molto più difficile controllare, ad esempio, il movimento dei nostri occhi. Se gli antichi dicevano che gli occhi sono lo specchio dell’anima, un motivo ci sarà! Guardando bene negli occhi qualcuno – magari anche attraverso l’analisi di un video – è possibile scoprire cosa sta pensando, se sta mentendo, se è attratto da noi o meno. Ecco tutti i trucchi che la scienza mette a nostra disposizione per conoscere meglio gli altri!

occhi2

Abbassare gli occhi – è da sempre sinonimo di paura o soggezione, come se fossimo in cerca di un “rifugio” nel pavimento o di un’improbabile via di fuga.

Fissare negli occhi – può essere sintomo di forza d’animo, di coraggio e di sfida, ma anche di un atteggiamento volto a mascherare la propria timidezza. Riconoscere quale stato d’animo c’è dietro questo modo di guardare negli occhi è arduo, se non si conosce bene la persona da analizzare.

Sguardo sfuggente – Se gli occhi vagano sempre altrove, è probabile che la persona in questione stia mentendo, e cerca con gli occhi di non affrontarci direttamente; nello stesso tempo, inoltre, il mentitore deve tessere la sua rete di bugia senza falle. Chi mente tende anche a dilatare le pupille, a causa di uno stato di nervosismo e di agitazione che induce nell’organismo una reazione di allarme. Più si mente, inoltre, più si tende ad ammiccare.

Altri studi hanno dimostrato come la direzione che prendono i nostri occhi durante una conversazione riflette i nostri pensieri:

movimento_occhi

Guardare in alto a destra, per esempio, è sintomo che si sta ricordando un’immagine del passato; in basso a destra, che si sta facendo un dialogo con sé stessi; in basso a sinistra, che si sta accedendo ad un ricordo cinestetico, ovvero un ricordo con l’aggiunta di una sensazione, un dolore, un odore particolare.

Tutti questi dettagli, in realtà, sono facilmente eludibili da un mentitore esperto, o da qualcuno abituato a mentire, per professione o per necessità. Mentire porta però a costruire altre bugie, spesso difficili da ricordare: il miglior modo per smascherare un bugiardo, dunque, è coglierlo mentre si auto-contraddice!

Inserisci un commento