martedì , 20 novembre 2018
Lo sai che....

Mangia per 90 giorni da McDonald’s: perde 17 kg

john-cisnaLa storia che vi stiamo per raccontare ha quasi dell’incredibile: un uomo, anzi un professore, ha mangiato per 3 mesi solo da McDonald’s, e per assurdo ha perso ben 17 kg! Il protagonista di questa vicenda si chiama John Cisna, ed è un professore di scienze dell’Iowa: dopo aver visto, qualche anno fa, il documentario Supersize Me ha iniziato a pensare di sperimentare la sua teoria. John, infatti, è convinto che non è il cibo del McDonald’s a fare ingrassare o fare male al fisico, ma è tutto quello che mangiamo. Solo attraverso l’esercizio fisico, infatti, sarebbe possibile smaltire le calorie assunte. Già, perchè è proprio di calorie e di colesterolo che stiamo parlando: John ha ammesso di non aver mai fatto attenzione a ciò che ingurgitava. E ciò che lo ha sorpreso di più il professore americano sono proprio i valori del sangue: dopo 3 mesi di cibo “spazzatura”, John si è ritrovato dimagrito di 17 kg, e con il valore della lipoproteina (ovvero il colesterolo cattivo) sceso da 173 a 113. Un risultato impensabile, e che nessuno avrebbe mai immaginato: dopo aver visto il documentario Supersize Me  di Morgan Spurlock, il professore ha iniziato a riflettere: il protagonista del documentario mangia per un mese solo nel noto fast food, ma non fa assolutamente esercizio fisico. Possibile che una semplice passeggiata possa cambiare notevolmente l’aspetto fisico? La risposta è stata positiva: Cisna ha fatto colazione, pranzato e cenato per tre mesi da McDonald’s, ma non si è risparmiato nell’esercizio. Ogni giorno, infatti, camminava per circa 45 minuti, smaltendo subito le calorie acquistate. L’intento di John Cisna è stato chiaro, e lui stesso lo ha spiegato: ““La morale non è che bisogna mangiare più spesso da McDonald’s. La morale è che bisogna stare attenti a cosa si mangia (e all’esercizio fisico). Il punto è che sono scelte. Tutti abbiamo scelte. Sono le nostre scelte che ci fanno diventare grassi, non McDonald’s”. Più chiaro di così!

Inserisci un commento