giovedì , 19 ottobre 2017
Lo sai che....

Matrimoni strani ma veri!

matrimoni strani ma veriUn sì che vale per tutta la vita. Certamente questo devono aver pensato Jose Manuel Riella, 103 anni, e Martina Lopez, 99 anni, che hanno finalmente deciso di sposarsi.

Sembra che Martina, dopo un periodo di riflessione durato solamente 80 anni, abbia acconsentito a pronunciare il fatidico “Sì, lo voglio!”.

Una volta giunti sull’altare, il prete incaricato di celebrare il matrimonio, sembra sia rimasto senza parole. Lo sposino si è presentato sulla sedia a rotelle, mentre la donna indossava il tradizionale abito bianco lungo.

Tantissimi gli invitati, tra cui molti discendenti: 50 nipoti, 35 pronipoti e 20 pro-pronipoti!

Tutt’altra storia proviene d’Oltremanica. È  tempo di crisi e bisogna risparmiare, anche soprattutto sul ricevimento di nozze. Una giovane coppia di Bristol, in Inghilterra, ha risolto il problema: tutti invitati al fast food McDonald’s!

Steven ed Emily Asher hanno deciso proprio di non badare a spese: giunti in limousine bianca davanti al McDonald, hanno lasciato di stucco tutti i presenti. In tutto 33 invitati ed una spesa complessiva di ben 170 euro! Davvero un affare.

Concludiamo la nostra carrellata di matrimoni strani con una donna che non si sposa un uomo: meglio decidere di stare tutta la vita con un ponte!

Un’altra notizia strana che proviene dal sud della Francia. Una donna australiana, Jodi Rose, ha deciso di sposare un ponte che soltanto il nome è un programma: il “Pont du Diable”, ovvero Ponte del Diavolo.

Sembra che Jodi era alla ricerca del suo amato ponte perfetto da ben 10 anni, ed alla fine è riuscita a coronare il sogno di una vita, un ponte con cui passare il resto dei suoi giorni.

D’altronde un ponte è proprio un marito perfetto: non si monta mai la testa ed ha i piedi sempre ben piantati per terra. D’altronde un ponte è in grado di garantire sicurezza  e soprattutto stabilità.

Tre storie di matrimoni, di cui tutto si può dire, tranne che non siano strane ma vere!