martedì , 25 settembre 2018
Lo sai che....

Un naso sulla fronte per Xiaolian

Una trovata carnevalesca, un trucco, un travestimento in linea con lo stile richiesto dalla recentemente trascorsa festa di Halloween, una burla, soltanto un gioco, o una malformazione congenita. Questo è quel che la maggior parte delle persone potrebbe aver pensato leggendo il titolo di questo articolo. In questo caso, in realtà, la vita si è rivelata molto più crudele con il povero Xiaolian, un ventiduenne di nazionalità cinese. Un orribile incidente d’auto ha deturpato il suo volto, questo è quanto successo realmente, nessun trucco, quindi, nessuno scherzo. Fortunatamente però, contrariamente a quello che pensano molti occidentali, la Cina è all’avanguardia nel campo della medicina a causa della sua millenaria esperienza in questo settore e per il giovane Xiaolian è stata già trovata una soluzione. L’incidente subito, infatti, ha irrimediabilmente danneggiato il suo naso originale e da qui è scaturita la brillante quanto insolita idea dei medici cinesi. Visto che il primo naso non è più funzionale ed è divenuto ormai irreparabile, perchè non farne crescere uno nuovo? E così è stato fatto. Sfruttando l’intrinseca compatibilità dei nostri tessuti con le varie parti del nostro corpo è stato fatto in modo che a Xiaolian crescesse un secondo naso sulla fronte usando come materiale per la sua formazione alcuni pezzi di cartilagine provenienti dalle costole del giovane, poi con un apposito strumento la pelle è stata modellata in modo che seguisse la forma del nuovo organo. Ovviamente, un naso posto in tale posizione non è affatto idoneo a svolgere la sua funzione di organo olfattivo e preposto s dare inizio agli scambi gassosi delle vie respiratorie ma la fronte del giovane cinese non è affatto la sua posizione definitiva. Una volta formato completamente, infatti, il nuovo naso verrà esportato dalla fronte sulla quale ora cresce e si sviluppa e sarà trapiantato poi al posto del vecchio naso che verrà chirurgicamente asportato in via definitiva.

Inserisci un commento