lunedì , 23 luglio 2018
Lo sai che....

Nonna porta a scuola ‘sulle spalle’ la nipotina disabile

fang mei bambina disabile

Secondo quanto appreso sul web, possiamo affermare che una ragazzina, il suo nome Fang Mei di quattordici anni è nata con un problema molto doloroso alle rotule, che le impediscono di camminare da sola. Tuttavia, nonostante questo disturbo, la ragazza va a scuola tutti i giorni. Grazie alla nonna che, con molta pazienza la carica sulle sue spalle e l’accompagna fino davanti all’edificio scolastico, percorrendo ben quattro chilometri al giorno tra montagne e sentieri.

La quattordicenne vive soltanto con i suoi nonni, poichè da piccola è stata abbandonata dai suoi genitori. Il padre è andato via quando la bimba aveva pochi anni di vita; la madre si è sposata nuovamente non appena ‘single’, lasciando la bambina ai nonni, affermando che, non si sarebbe trovata bene con un altro uomo, ovvero con il patrigno. Ma, nonostante tutto, i suoi nonni si son presi sempre cura della bambina non facendole mancare nulla.

Infatti Fang, malgrado il suo problema non ha mai saltato giorni o fatto tardi a scuola anche se il viaggio ‘a piedi’ per accompagnarla a scuola sulle spalle, dura un’ora e mezza.Questo proprio grazie all’amore e alla volontà della nonna che, ogni giorno da ben 5 anni percorre lunghi sentieri con la nipotina sulle spalle. Da tempo, in tutte le TV si è parlato di questo caso che, inizialmente non ha riscosso grande attenzione.

Ma da poco le autorità cittadine si sono interessate a questa vicenda aiutando i ‘poveri’ nonni. Infatti, questi sono riusciti a trovare una nuova casa per i nonni e Fang. La nuova casa è più vicina alla scuola, in modo che la nonna non debba percorrere tutti quei chilometri a piedi con sua nipote sulle spalle.

Inoltre, a Fang Mei è stata regalata una sedia a rotelle, in questo modo la ragazzina sarà più autonoma e potrà muoversi da sola, senza esser trasportata a destra e manca. Infine, un’altra buona notizia per la ragazza ammalata; sono intervenute anche le autorità sanitarie per curare il problema della quattordicenne.

Inserisci un commento