martedì , 12 dicembre 2017
Lo sai che....

Pasqua: Prostitute non lavorano

prostitute non lavorano il giorno di pasquaSecondo quanto appreso sul web, possiamo affermare che, nel periodo pasquale, le prostitute di una città rumena non svolgeranno il loro lavoro. Le donne che svolgono questo lavoro, hanno deciso di compiere questa scelta non per prendersi qualche giorno di riposo, ma per fede, anche se non fanno un lavoro “Comune”.

Hanno deciso di festeggiare il giorno di Pasqua come tutti. Infatti, le prostitute di Botasani, una città della Romania, durante il giorno di Pasqua abbandoneranno le strade e le loro camere d’albergo per recarsi in chiesa e celebrare la Pasqua.

Una notizia alquanto insolita, che è stata una sorpresa anche per il parroco della città rumena che è rimasto alquanto sbalordito, dopo aver appreso che le lucciole avevano deciso in comune accordo anche di confessarsi. Oltre ciò, Luminita, una ragazza che fa quel lavoro, ha spiegato al quotidiano locale il perchè di una decisione del genere, affermando: “I clienti sono molto pochi durante queste festività. Devono risparmiare per portare la famiglia in vacanza. Così abbiamo deciso di non lavorare e sistemarci un pò l’anima”.

Ma, nonostante la ragazza abbia parlato chiaramente senza troppi giri di parole, le critiche sono state molte e diverse. Al che un’altra ‘signora’ del gruppo delle prostitute, considerata la più anziana fra tutte le ragazze, Mirela irritata dalle parole della gente che ha letto tale notizia, ha affermato: “Perchè mai noi non potremmo essere considerate fedeli? D’altra parte svolgiamo un’attività come un’altra. Il nostro è solo un lavoro, niente più”.

Del resto non dobbiamo scandalizzarci per una notizia del genere, proprio perchè anche se svolgono un lavoro considerato squallido, sono delle persone comuni e normali come tutti noi. Quindi, non c’è nessun problema se vediamo queste ragazze entrare in una chiesa (dove gli scandali sono ben diversi).

Infatti, il loro lavoro è onesto come tutti gli altri, non c’è nulla di cui vergognarsi proprio perchè con il termine prostituzione stiamo ad indicare delle prestazioni anche se ‘sessuali’ a pagamento.