venerdì , 24 novembre 2017
Lo sai che....

Porta a spasso il cane e trova 60 mila sterline: l’uomo chiama la polizia

passeggiata-caneL’ennesimo caso di correttezza è andato in scena a Londra: un uomo stava portando a spasso il proprio cane, quando ha trovato parecchi soldi (circa 60 mila sterline). Ha quindi chiamato la polizia per farle recuperare. Il protagonista di questa vicenda è rimasto anonimo, ma si sa che qualche giorno fa stava passeggiando nel Linconshire, zona a nord di Londra, insieme al suo cane. Camminando di fianco ad un fiume ha notato che qualcosa di strano stava galleggiando a filo dell’acqua: avvicinatosi ha notato che si trattava di banconote…e ce n’erano proprio tante! L’uomo ha subito chiamato la Polizia, la quale è arrivata sul luogo ed ha iniziato l’insolita “raccolta”. Le banconote erano uscite da un sacchetto strappato, e a giudicare dallo stato dei soldi, probabilmente erano in acqua da diversi giorni. L’uomo, alla vista delle banconote, non ha esitato un attimo e ha subito chiamato le forze dell’ordine: starà a loro, dopo le perizie del caso, capire la provenienza di quel denaro. Nel frattempo l’agente Steve Hull, ovvero colui che segue il caso, ha diffuso un comunicato stampa nel quale si cercava un eventuale possessore: siamo certi che si presenteranno in parecchi a reclamare quei soldi, ma sapranno superare il confronto con la polizia? Se, dopo i vari test effettuati, non si arrivasse ad attribuirli a nessuno, sarà l’uomo che ha chiamato le Forze dell’Ordine ad intascarsi un bel malloppo! Nel caso in cui, invece, ci fosse un legittimo proprietario allora l’uomo dovrebbe percepire un’ingente mancia di ringraziamento. Purtroppo, potrebbe rimanere a secco se dai test risultassero soldi rubati! Tra i soldi sparsi nel fiume e quelli rimasti nel sacchetto la Polizia ha recuperato ben 60 mila sterline (pari a circa 70 mila euro). La correttezza dell’uomo è stata riconosciuta non solo dalle forze dell’ordine, ma anche dalle persone che hanno commentato l’avvenimento. Ogni tanto fa piacere pensare di avere “un vicino di casa” ancora onesto e sincero!