lunedì , 22 gennaio 2018
Lo sai che....

Prova a pagare la bolletta con la cocaina

Prova a pagare la bolletta con la cocaina: Con l’avvento della tecnologia oramai esistono diversi metodi per pagare una bolletta di gas, luce, o altro. Dal pagamento in contanti all’addebito sul conto corrente. Ma sicuramente ancora nessuno di voi aveva pensato o si era sognato di pagare con…della cocaina.

L’incredibile storia arriva dagli Stati Uniti, più precisamente dalla Florida, dove un uomo ha provato a pagare una bolletta dell’acqua con la famosa polverina bianca. La storia ha davvero dell’incredibile. Un uomo è stato filmato dalle telecamere di sorveglianza, mentre entrava in maniera disinvolta nell’ufficio dove la dipendente addetta ai pagamenti ha ricevuto una busta che, anziché contenere i soldi, oppure l’assegno per poter effettuare il pagamento, conteneva cocaina!

Immediatamente il personale dell’ufficio ha dovuto evacuare lo stabile in modo da permettere alle autorità competenti di far analizzare la polvere. L’uomo in realtà non è stato ancora identificato e la dipendente cui è stata consegnata la busta afferma di non averlo mai visto, in quanto quest’ultimo ha semplicemente consegnato la busta uscendo subito dopo.

Cosa aveva in mente probabilmente? Cosasignifica questo folle gesto? Forse anche il mercato dello spaccio è in crisi e ha deciso di tornare al vecchio metodo del baratto? Chi lo può sapere. Acqua in cambio di cocaina, probabilmente avrà pensato, o si tratta solo di una burla creata appositamente per esser fatta circolare sul web? Non lo saprà nessuno mai, certo che di stranezze ce ne sono, e non sarebbe la prima!

In realtà la notizia sembra fondata, gli inquirenti in realtà stanno ancora indagando, sia cercando di risalire al responsabile del gesto che a capire i motivi che lo hanno alimentato: è stato un semplice scherzo di cattivo gusto, oppure il tizio si trovava davvero a corto di soldi e si è improvvisato in un baratto del tutto improbabile? Sarà divertente capire la vera motivazione, se mai verrà fuori!

Inserisci un commento