lunedì , 28 maggio 2018
Lo sai che....

Richieste di divorzio assurde: quando l’amore non basta!

divorzi-straniOgni giorno, numerose persone decidono di mettere fine alla loro unione chiedendo il divorzio. In alcuni casi, però, le motivazioni sono così assurde che si fa quasi fatica a crederci. Una coppia saudita, ad esempio, si è lasciata dopo che il marito ha trovato un pacchetto di sigarette nella borsa della moglie. Nulla di strano, se non fosse che il marito non voleva una compagna fumatrice, e che per questo motivo ha chiesto (ed ottenuto) il divorzio. Ciò che è strano è che in Arabia Saudita non esistono divieti a riguardo, e ben 6 milioni di persone (su 29 milioni di abitanti) sono fumatori.

Nonostante le richieste della donna di cambiare idea, e l’intervento delle rispettive famiglie, il marito ha deciso di porre fine alla sua breve unione.

Tuttavia, questo non è l’unico esempio di matrimoni naufragati per cause assurde: a Taiwan una donna (dopo due anni di matrimonio) ha chiesto il divorzio addebitando la colpa al marito. Quest’ultimo aveva un pene troppo piccolo, e il matrimonio non sarebbe mai stato consumato: anche in questo caso, sono stati inutili i tentativi di riconciliazione. L’uomo, infatti, non ha nemmeno cercato un trattamento che potesse aiutare il suo fisico e la donna, dopo due anni di attesa, ha chiesto il divorzio. E cosa dire della coppia cinese che si è lasciata per m0tivi…estetici? Un uomo, infatti, ha chiesto il divorzio a causa della “bruttezza” della moglie. Sembra quasi incredibile, ma il giudice gli ha dato ragione.

Di fatto, la coppia ha avuto una figlia molto brutta e l’uomo ha subito capito che non poteva essere sua: la donna alla fine ha ceduto, ed ha ammesso che anche lei (prima di ricorrere ad alcuni interventi chirurgici) era molto brutta. Il marito ha chiesto, quindi, l’annullamento del matrimonio, in quanto fondato su false premesse.

Il giudice gli ha dato ragione. Il mondo, come vi abbiamo raccontato, è pieno di addii e di divorzi… tristi, dolorosi e assolutamente strani!

Inserisci un commento