martedì , 12 dicembre 2017
Lo sai che....

Rubare a Natale e da una bara: succede in Pennsylvania

Rubare, come si leggere dal vocabolario Treccani, significa appropriarsi, impadronirsi con mezzi e modi illeciti, di oggetti, valori e beni che appartengono ad altri ed è, forse, un crimine non molto grave. Spesso, si viene scoperti ma senza gravissime conseguenze. Tuttavia, il furto commesso da Jody Lynn Bennett ha davvero dell’incredibile, oltre che del triste a causa della morte di un ragazzo 17enne. Passiamo alla storia: Bradley “Boog” David-McCombs Jr, di Montgomery Township, Pennsylvania, era deceduto per un incidente stradale la mattina di Natale, quando alla guida del suo SUV perse il controllo. I genitori distrutti dal dolore e conoscendo la passione di “Boog” per i videogiochi hanno pensato di mettergli nella bara il suo GameBoy e tre videogiochi. Niente di anormale se non fosse che Jody Lynn Bennett, con la scusa dell’ultimo saluto ha pensato di rubare il GameBoy dalla bara e darsi alla fuga. Naturalmente questo ha suscitato immediatamente l’ira dei parenti che hanno chiamato la polizia per denunciare il fatto. Bennet, forse resosi conto dell’azione commessa, si è costituito dopo 2 giorni, giustificandosi sul fatto che i morti non possono giocare. La zia di Jody Lynn Bennett si è sentita molto mortificata dal comportamento del nipote e lo ha definito “un tipo alquanto incasinato” che sarebbe dentro un giro di droga, da cui è tenuto in ostaggio. Un fatto molto triste ma la verità è un’altra ed è che oggi, pur di avere quello che si desidera, certe persone sono disposte a tutto, perdono il senso della realtà e si comportano in modo inspiegabile… anche a Natale! Insomma, ne succedono di tutti i colori in America e anche cose come queste. La moda della tecnologia si è ormai impadronita di tutti noi e non ci sorprende che avvengano episodi come questo. Ormai è una corsa sfrenata che coinvolge tutti!