sabato , 17 novembre 2018
Lo sai che....

Scoperte straordinarie: analizzando il cerume si può scoprire l’orientamento sessuale

orecchie-cerumeL’ultima scoperta curiosa in campo scientifico ha quasi dell’incredibile. E non per i risvolti mondiali che potrebbe avere. Un gruppo di ricerca del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia, infatti, ha effettuato uno studio analizzando…il cerume delle orecchie.

Ebbene si, secondo questi studiosi, il cerume è ancora una sostanza da scoprire, e che permette di individuare malattie e anche l’orientamento sessuale.

Il gruppo aveva già intrapreso questa particolare strada scientifica, analizzando l‘odore delle ascelle. La ricerca si è poi sviluppata, e gli studiosi hanno intuito che il cerume delle orecchie, in realtà, si presenta come una carta d’identità della persona dal valore inestimabile. Dietro a questa particolare ricerca si cela, in realtà, una motivazione ben più complessa: “Gli odori nel cerume ci possono dire cosa una persona ha mangiato e dove è stata – ha spiegato uno dei ricercatori di Philadelphia –  Il cerume è una secrezione finora trascurata, il cui potenziale informativo deve ancora essere esplorato”. Di fatto, secondo questi studi, è possibile scoprire molto di più attraverso l’analisi del cerume che grazie a degli esami: i ricercatori, infatti, sono convinti che tutto ciò che comporta una variazione negli odori corporei possa essere individuata tramite l’analisi del cerume. Non solo. Grazie all’analisi del cerume, infatti, è possibile identificare il sesso della persona, la sua etnia e persino (appunto!) il suo orientamento sessuale.

Insomma, una grande scoperta che, però, deve ancora essere approfondita. Di certo non si tratterà di uno studio che rivoluzionerà il mondo, o che salverà delle vite umane, ma grazie a questa scoperta sarà possibile tracciare una mappa ancora più completa delle funzioni del corpo umano. Insomma, una piccola rivoluzione per il mondo scientifico.

C’è solo  da comprendere come si potrà analizzare il cerume della gente: dovrà essere assorbito dalla persona stessa, oppure i dottori sottoporranno le orecchie delle persone a una pulizia completa? Restiamo in attesa di maggiori dettagli.

Inserisci un commento