venerdì , 25 maggio 2018
Lo sai che....

Si concede una nuotata tra gli squali, protetto da una gabbietta per uccelli

immersione-squaliIl protagonista di questa vicenda ha vissuto una delle esperienze più spaventose della sua vita.

Peccato che se la sia proprio cercata! Già, perchè Shaun Harrington è un appassionato di sport estremi. Pur di provare l’ebrezza di nuotare in mezzo agli squali, il giovane ha deciso di immergersi protetto da una semplice gabbietta per uccelli. Fortunatamente, non vi sono stati risvolti tragici, ma solo tanto spavento.

Shaun, desideroso di nuotare insieme agli squali, si è immerso in una giornata qualsiasi negli abissi, protetto solo una gabbietta per uccelli. Quando, però, uno squalo tigre lungo oltre due metri e mezzo gli si è avvicinato troppo, Shaun ha iniziato ad agitarsi e a capire cosa aveva combinato. Harrington, a questo punto, ha fatto l’unica cosa possibile: ha lanciato la gabbietta addosso allo squalo, ed ha nuotato il più velocemente possibile verso la barca. Fortunatamente, l’animale non lo ha raggiunto, ma Shaun questa volta se l’è vista proprio brutta!

Il mea culpa di Shaun, forse, gli servirà ad evitare altri gesti sconsiderati: “Era grosso – ha ammesso Harrington – Mi ha fatto una paura incredibile e pensavo di essere spacciato… Sono saltato in acqua e nuotavo, e poi mi sono trovato di colpo quel coso che mi arrivava addosso…è stata una delle cose più stupide che abbia mai fatto.”

L’unica nota positiva è che Shaun non ha riportato nessuna ferita, se non un grande spavento. Forse la sua temeraria avventura servirà ad altri ragazzi, in futuro, ad evitare gesti altamente pericolosi per se stessi, e per gli altri.

La fortuna di Shaun, si può proprio dire, è che quel giorno lo squalo tigre che ha incontrato non aveva appetito. O forse, la sua prontezza di riflessi può aver preso in contropiede il pesce. Qualunque sia la verità, Shaun Harrington può urlare al mondo la sua avventura: il giovane, fortunatamente, può raccontarla senza brutti segni addosso.

Inserisci un commento