martedì , 12 dicembre 2017
Lo sai che....

La tradizione del pesce d’Aprile una festa, tante origini

pescedaprile2Vi siete mai chiesti quali siano le origini del pesce d’Aprile? Considerate che in diversi paesi c’è questa tradizione che porta a fare scherzi anche troppo esagerati che a volte, mettono addirittura le persone in imbarazzo. Abbiamo fatto un po’ di ricerche che hanno portato alla luce delle notizie interessanti.

Considerate che l’usanza di prendere in giro amici e parenti ha origini molto antichi, alcuni studiosi hanno fornito anche diverse versioni che sono basate su congetture teoriche.

Secondo una delle leggende più conosciute, attorno alla fine del 1500, quando i festeggiamenti del primo d’Aprile apparvero in Europa per la prima volta. In Francia, sotto il regno di Carlo IX, le celebrazioni dell’anno nuovo avvenivano dal 25 Marzo al 1° d’Aprile, ma il re volle adottare il calendario gregoriano spostando così il primo giorno dell’anno al 1° Gennaio.

Molti francesi pagani, delusi da questa decisione, decisero di continuare a scambiarsi presenti durante la settimana che terminava il 1° d’Aprile, ma vennero ridicolizzati da molti ricevendo regali assurdi e venendo invitati a feste inesistenti. Nacque così la tradizione di fare scherzi il primo giorno di Aprile. Per spiegare invece l’accostamento tra gli scherzi del primo aprile e i pesci, l’Encyclopædia Britannica parla di un legame tra la stupidità di chi viene preso di mira e la facilità con cui si fanno prendere alcuni pesci.

Per altri, invece, deriverebbe dall’uscita del Sole dalla costellazione dei Pesci, che avviene proprio alla fine di marzo. Le tradizioni e i racconti che riguardano le origini di questa giornata sono tantissime, passano da Cleopatra – che derise ad una gara di pesca l’amante Marco Antonio con un pesce finto, al mito di Proserpina – che, rapita da Plutone, venne cercata dalla madre senza alcun risultato.

Il primo d’aprile fu così considerato come una festa per esprimere tutta la libertà con scherzi e buffonerie che portavano diverse persone a ridere e scherzare. Poi la Chiesa sospese la festa , stabilendo ufficialmente che l’inizio dell’anno era il primo gennaio. Nonostante il cambiamento imposto dalla Chiesa , questa tradizione continuò a sopravvivere per diversi  secoli  fino ai giorni nostri assicurandoci una delle feste piu’ allegri e spensierate che ci siano , dove insieme al carnevale , per un giorno tutto è lecito.

I festeggiamenti per il 1 di aprile, diventarono un usanza nel 1500 sia in Germania che in Francia e la tradizione si diffuse anche in Inghilterra nel XVIII secolo. Un’altra teoria ricollega il 1 aprile a un rito pagano legato all’antico calendario giuliano, in quel giorno si usa propiziare gli dei offrendo doni e facendo sacrifici in loro onore.

In America April Fool’s Day, che richiama il termine Fool che significa folletto delle corti medioevali.

 

Qualunque sia la sua derivazione, questa buffa tradizione ha trovato nel tempo sempre più seguaci, essendo ancora oggi una giornata ricca di risate, scherzi e…veri e propri pesci che cadono nelle reti! Una giornata che grazie a un sorriso riesce a far prendere la vita con più leggerezza. E voi, come la trascorrete?