lunedì , 21 maggio 2018
Lo sai che....

Uomo usa più di 700 sensori per monitorare la sua vita

chris dancy uomo con oltre 700 sensoriChris Dancy è il protagonista di questo articolo, ovvero stiamo parlando dell’uomo più tecnologico del mondo. Infatti, dispone di oltre 700 sensori, tra diversi dispositivi e applicazioni che hanno la capacità di poter registrare, in tempo reale, tutta la sua vita e l’ambiente che lo circonda.

L’uomo ha raccontato che ha speso ben quattro anni, per collegare tutte le apparecchiature che indossa, alla tecnologia intelligente della sua casa.
Chirs, con l’aiuto di un’unica piattaforma sul web, ha potuto inserire tutti i suoi dati, in modo da poter cercare qualsiasi cosa faccia parte dalla sua vita. Inoltre, ha affermato che questa sua scelta di vita l’ha denominata ‘inner-net‘. Per di più, ha raccontato che utilizzando questo sistema, è riuscito a perdere 45 kg monitorando la sua alimentazione e l’attività fisica. L’uomo ‘super tecnologico’, ha spiegato anche che sa bene cosa deve mangiare, cosa deve bere, quando deve andare a dormire o quando deve svegliarsi. In pratica stiamo parlando di un hacking del corpo e della mente, ovvero, come è possibile hackerare un sistema informatico, lo si può fare anche con il
proprio corpo.

Chris Dancy ha raccontato che la sua casa ‘lo conosce’, cioè è in grado di capire quando è sotto stress, quando non dorme bene, oppure quando si sveglia la luce è di una colorazione diversa ed inoltre è in grado di impostare la temperatura di un certo tipo e così via. Per di più, l’uomo tecnologico, afferma di essere stupito di non avere così molti imitatori, proprio perchè assicura che raccogliendo e controllando questo tipo di dati, è possibile monitorare e migliorare la propria vita. In un’intervista ha affermato: “O non capiscono il valore delle informazioni o c’è una barriera mentale”.

Inoltre, possiamo affermare che “avere addosso” tutti questi dispositivi, risulta scomodo e fastidioso. Ma potremo considerare questo sistema all’avanguardia e, molto probabilmente, questi sensori saranno incorporati in tutti i vestiti che indosseremo, curioso no?

Inserisci un commento