domenica , 23 settembre 2018
Lo sai che....

Vodka nel biberon e bimba di 13 mesi rischia di morire

vodka nel biberonJessica Bachmaier, una mamma di 26 proveniente dalla Pennsylvania, ha rischiato che sua figlia, una bimba americana di appena tredici mesi, morisse dopo la somministrazione di alcolici. Infatti, la piccola Nevaeh stava morendo, poichè, a causa di un gravissimo errore di un amico della madre, che stava controllando la piccola, dato che la madre era a lavoro, dopo aver fatto mangiare la piccola, ha “deciso” di versare della Vodka nel suo biberon facendogliela bere, pensando che fosse semplicemente acqua.

Durante un’intervista l’uomo ha raccontato: “Ho preso dal frigo una bottiglia di acqua e l’ho versata nel biberon. Poi ho visto che la bambina dopo aver bevuto non reagiva più e l’ho portata al pronto soccorso”. Di fatti, immediatamente la piccola è stata portata in ospedale in condizioni critiche, e subito i medici l’hanno controllata affermando che il livello di alcol nel sangue era davvero alto, cioè pari a 0.289 ovvero tre volte il limite consentito dalla legge per una persona adulta. Ma la vicenda non è ancora finita qua. Effettivamente la storia, e la scusa di non aver dato volontariamente il super-alcolico alla bambina di appena un anno, non quadra alla madre della piccola Nevaeh, poichè ha dichiarato di non aver mai avuto alcolici in casa. L’uomo, nonchè amico di Jessica Bachmaier, e la donna stessa, si accusano a vicenda. Infatti, la madre afferma di non aver mai avuto bottiglie di alcolici e superalcolici in casa, mentre l’uomo che aveva ricevuto l’incarico di baby-sitter, dichiara che ha preso dal frigo una bottiglia d’acqua e l’ha fatta bere alla bambina, senza sapere che fosse un liquore.

Per fortuna, adesso, la bambina sta bene ed è fuori pericolo, ma intanto, dopo la sentenza del giudice, la madre ventinovenne ha perso la custodia di sua figlia, poichè è stato ritenuto che la signora non sappia badare alla bambina e, per di più, si sospetta che la donna possa avere una certa passione per le bevande alcoliche. Tuttavia, l’uomo non è stato punito dalla legge.

Inserisci un commento